ico phone
Caffè

Caffè al bar: come farlo perfetto

Quante volte ci sarà capitato di andare in un bar che non conosciamo ed ordinare un espresso.

Attendiamo al bancone, il barista ci allunga la tazzina con il caffè appena estratto, lo beviamo e… smorfia di disapprovazione, e pensiamo: “che cattivo questo caffè, ma come mai?” “cosa avranno sbagliato?

Un ottimo caffè al banco si ottiene con l’alta qualità del caffè e dall’esperienza di chi lo prepara.

Spesso non è la qualità di origine del caffè il problema, bensì il percorso dal chicco alla tazzina.

Scopriamo insieme come fare un caffè impeccabile al bar.

Il migliore caffè al bar in 10 punti

Qui vogliamo descrivervi le 10 regole d’oro per un espresso perfetto:

  1. Le nostre scorte di caffè in grani, devono essere conservate chiuse, in luogo fresco e asciutto, per mantenerne inalterate le proprietà.
  2. Il caffè deve essere macinato al momento. Immagina che, poche decine di minuti successive alla macinatura, il prodotto perde già quasi il 70% dei propri aromi. Evitare quindi di macinare grandi quantità di caffè. Inoltre, le campane dove alloggia il caffè in grani prima di essere macinato, devono essere trasparenti e pulite, evitando la patina gialla che si crea dopo un po’ che il caffè ossida a contatto con l’aria.
  3. Il purge (o flussaggio) è un’operazione importantissima che si effettua prima di ogni estrazione, per garantire igiene e pulizia. Questo passaggio prevede lo sganciamento del portafiltro e l’erogazione per un paio di secondi di acqua calda, per eliminare i residui del caffè precedentemente estratto.
  4. Il portafiltro inoltre, una volta sganciato, va pulito con apposito pennello, per eliminare i residui di caffè che finirebbero per bruciarsi se non puliti.
  5. A questo punto immettiamo la macinatura nel filtro. La dose corretta di caffè macinato è pari a 7 gr.
  6. Una volta dosato, il caffè va pressato con l’ausilio di un pressino manuale. La giusta pressione da apportare, si impara con l’esperienza.
  7. Si passa poi a pulire i bordi del portafiltro, eliminando la macinatura in eccesso.
  8. Si devono poi pulire i beccucci da dove fuoriesce il caffè.
  9. Siamo ora pronti all’estrazione, prenderemo quindi una tazzina calda, scartando eventualmente quelle fredde.
  10. Si estrae la bevanda in un tempo previsto fra i 20 e i 30 secondi. E la serviamo subito